119 Views

29 Gennaio 2009
COLDIRETTI AREZZO: LA MOBILITAZIONE CONTINUA

La mobilitazione continua. Coldiretti Arezzo, dopo la grande manifestazione che il 27 novembre scorso, ha portato in piazza Santa Croce a Firenze, decine di mezzi e centinaia di agricoltori della provincia per sollecitare la Regione a difendere e a valorizzare il vero made in Tuscany, prosegue gli incontri territoriali. Gli appuntamenti, che sono in corso in tutto l’aretino e che possono contare sulla presenza del presidente Tulio Marcelli e del direttore Claudio Massaro, servono per fare il punto della situazione. “Dopo la protesta – spiega infatti Massaro – molte delle nostre richieste sono andate a segno. La legge urbanistica è stata finalmente modificata. La legge per il sostegno dei prodotti a km 0, presentata da Coldiretti, ha ispirato di fatto la proposta di legge presentata di recente da un gruppo di consiglieri regionali di maggioranza. E questo solo per limitarci a pochi essenziali esempi. Queste notizie devono essere trasferite agli imprenditori agricoli che hanno inondato le strade fiorentine. Ma con loro siamo tenuti anche a fare il punto della situazione, per mettere a fuoco i bersagli ancora non centrati (tra cui la revisione della legge agrituristica) e i bisogni che, nel frattempo, sono emersi”. Nelle riunioni che si sono tenute presso gli uffici zona di Montevarchi, Bibbiena, Cortona, Castiglion Fiorentino, Sansepolcro ed Arezzo Presidente e Direttore hanno illustrato anche gli impegni su cui Coldiretti sarà impegnata nei prossimi mesi. Primo fra tutti l’organizzazione e inaugurazione del primo autentico farmer market della provincia. “I Mercatali non sono il mercato degli agricoltori, che noi vorremmo. Sono tentativi, con una loro validità, di accorciamento della filiera, ma nulla hanno a che vedere con i punti vendita gestiti direttamente dagli agricoltori, a cui la nostra organizzazione sta lavorando con determinazione, nell’interesse dei produttori, che possono ottenere una valorizzazione del loro lavoro, e del consumatore, che può acquistare a  prezzi giusti prodotti sani, genuini e di origine sicura”, spiega Massaro. Un grande sforzo vedrà Coldiretti impegnata, nei prossimi mesi, a facilitare l’accesso al credito di tutti gli imprenditori che hanno necessità di fare investimenti e di contrarre mutui, attraverso la neonata ma già efficiente società di servizio Creditagri. Già in ponte infine l’incontro con i soci a caccia di notizie per mettere le colture al riparo da eventuali danni da calamità naturale. “Il 3 febbraio – spiega il direttore – ospitiamo una riunione con i produttori interessati a sottoscrivere apposite polizze assicurative attraverso il Codipra. Apriremo una riflessione anche sui problemi generati dal mancato rifinanziamento di queste polizze”, ha concluso Massaro, annunciando all’iniziativa la presidente del Presidente del consorzio di Difesa, Vincenzo Tongiani.

Quando acquisti un prodotto alimentare leggi l’etichetta?

CONTRIBUTI PUBBLICI RICEVUTI NEL 2021 DA COLDIRETTI AREZZO

CONTRIBUTI PUBBLICI RICEVUTI NEL 2021 DA COLDIRETTI AREZZO DA CCIAA Arezzo – Siena, contributo di € 14.000 per Progetto “Strategie e sostegno del comparto agroalimentare della provincia di Arezzo – Valorizzazione, promozione e tutela

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi