88 Views

3 Marzo 2008
coldiretti arezzo incontra il parco delle foreste casentinesi

Coldiretti Arezzo e Parco delle Foreste Casentinesi più… vicini.  Per accorciare le distanze, ma soprattutto per affrontare in modo organico i problemi che in passato hanno reso conflittuali i rapporti degli agricoltori della zona con l’ente, una delegazione di dirigenti della Coldiretti  del Casentino (Pietro Ristori Pietro,  Enrico Lelli, Elena Bertini, Tito Agnoli, insieme al segretario di zona Corrado Santini), guidata dal Presidente Provinciale Tulio Marcelli e dal Direttore Claudio Massaro, ha incontrato il Presidente del Parco Luigi Sacchini. Nell’occasione il Presidente Marcelli ha sottolineato la volontà di strutturare un confronto costruttivo per superare le difficoltà, lamentate dai produttori e scatenate  soprattutto dai danni causati dagli ungulati (cinghiali, daini, cervi), ma anche per creare le condizioni affinché il parco non sia un limite per le imprese, ma un’opportunità: il motore per potenziare l’immagine e il valore delle produzioni realizzate nell’area agricola che ricade all’interno delle Foreste Casentinesi.
II terzo e ultimo elemento da concretizzare lo ha evidenziato il direttore Massaro: creare le condizioni per recuperare ed incentivare le produzioni tipiche locali.
Suggerimenti e indicazioni sono stati apprezzati dal presidente del Parco Sacchini. Gli argomenti trattati nel corso dell’incontro, tra cui la proposta di coinvolgere le aziende agricole per la fornitura di alcuni servizi ai sensi come prevede il decreto legislativo n.228/2001, saranno approfondite nel mese di marzo quando Coldiretti ed Ente parco torneranno a confrontarsi su aspetti più pratici e operativi. Nel frattempo i tecnici Roberto Marchesini di Coldiretti e Andrea Gennai del Parco hanno approfondito argomenti chiave, tra cui spiccano i metodi di cattura degli ungulati, l’adozione di recinzioni protettive, la realizzazione di strutture utili per valorizzare le attività  agricole ( mattatoio, lavorazione carni ecc.). 
La Coldiretti sta altresì organizzando incontri con i propri associati per realizzare un progetto organico sul quale confrontarsi con il Parco.
 

Per quale motivo produci sprechi alimentari?

CONTRIBUTI PUBBLICI RICEVUTI NEL 2021 DA COLDIRETTI AREZZO

CONTRIBUTI PUBBLICI RICEVUTI NEL 2021 DA COLDIRETTI AREZZO DA CCIAA Arezzo – Siena, contributo di € 14.000 per Progetto “Strategie e sostegno del comparto agroalimentare della provincia di Arezzo – Valorizzazione, promozione e tutela

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi